Pani ‘e saba fattu e cottu – Pane dolce al mosto cotto

Il Pani ‘e saba fattu e cottu chiamato anche pane e saba o pane saba è uno dei dolci sardi che preferisco: ricco di frutta secca e spezie è l’ideale per il periodo natalizio. Quando lo si prepara la casa profuma per giorni di cannella e il suo gusto mi ricorda tantissimo il Christmas pudding inglese, altro dolce che adoro e che non manca mai sulla mia tavola il giorno di Natale.

Come si prepara un buon pane saba

Il Pane saba è un dolce lievitato che si prepara con la sapa. La sapa o saba è uno sciroppo molto denso che si ottiene dal mosto cotto. Ha un gusto e un profumo molto intenso. La sapa più è densa più è buona, quindi per ottenere un dolce umido e saporito procuratevi una sapa di qualità.

Gli ingredienti variano un pochino a seconda della zona della Sardegna e anche del gusto personale, c’è chi usa le noci, chi le mandorle e chi un misto di pinoli, nocciole e noci, e anche la frutta candita può essere scelta a piacere.

Il pane e saba si prepara solitamente per Tutti i Santi, per la festa dei morti, e a Natale. Si può trovare in panetti grandi da affettare oppure in versione monoporzione, sopratutto quando è inserito nei vassoio di dolci sardi misti. Una volta cotto il pane e saba di spennella con la sapa tiepida e si decora con palline argentate o colorate e mandorle intere o a lamelle.

La ricetta del pan’e saba è molto semplice ed abbastanza veloce e potrete preprararlo anche con vari giorni di anticipo. Per tenerlo umido basta conservarlo in un contenitore ermetico fuori dal frigo.

Pani 'e saba - Pane al mosto cotto

Un dolce antico della tradizione sarda a base di mosto cotto che si consuma nelle occasioni speciali.

Porzioni:15 pezzi circa

Ingredienti

  • sapa (mosto cotto tipico sardo): 1/2 litro
  • farina 00: 550 grammi
  • zucchero semolato: 175 grammi
  • lievito per dolci: 1 bustina
  • bicarbonato: 1/2 cucchiaino
  • uova medie: 2
  • uva passa messa a mollo in acqua tiepida, ben strizzata e tritata a grossi pezzi: 200 grammi
  • latte: 250 millilitri
  • noci tritate grossolanamente: 250 grammi
  • frutta candita mista a pezzetti: 150 grammi
  • cannella: 1 cucchiaio
  • cacao amaro in polvere: 1 cucchiaio
  • saporita (o spezie miste): 1 bustina
  • vaniglia: 1 bacca
  • arancia biologica (la scorza grattugiata): 1
  • mandorle a lamelle, tostate (q.b.)
  • monpariglia (palline di zucchero colorato) per la decorazione (q.b.)
  • sapa per spennellare: 250 millilitri

Istruzioni

  1. Montate le uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
  2. Aggiungete a filo la sapa alternandola a cucchiaiate di farina setacciata con il lievito e il bicarbonato. Dopo aver aggiunto circa la metà della sapa unite l'uva passa poi continuate ad versare la sapa e la farina sino a finirle.
  3. Aggiungete piano il latte e poi con l''aiuto di una spatola incorporate le noci, i canditi, le spezie, il cacao, i semi della vaniglia e la scorza dell'arancia, mescolate bene sino ad avere un composto omogeneo e distribuitelo in circa 15 piccoli stampi da cupcake unti con burro o olio di semi(o altri stampini anche decorati) lasciando un centimetro dal bordo.
  4. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 20/25 minuti controllando la cottura con uno stecchino. Una volta cotti estraeteli dagli stampi e lasciate raffreddare completamente su una gratella.
  5. Quando saranno del tutto freddi spennellateli con abbondante sapa tiepida e decorate con i confettini e le lamelle di mandorle.

Note

Il pane di sapa si conserva anche una settimana se ben chiuso in un contenitore ermetico.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

No