Le panadine sono la versione finger food della panada sarda, una torta salata chiusa ripiena di verdure, carne o anguilla.

La panadine sono perfette per un buffet in piedi o servite come antipasto e si prestano a mille diversi ripieni. Possono essere ripiene di piselli e cipolla, o carne macinata e fagioli piccanti, melanzane fritte o zucchine rosolate, funghi trifolati etc etc.

La pasta delle panadine è molto croccante e gustosa, a base di farina o semola, strutto e acqua. La caratteristica principale delle panade è la chiusura a cestinetto che le rende partiolari e graziose.

Le panadine

Porzioni:20piccole panadine

Ingredienti

  • Per la pasta
  • farina 00: 300 grammi
  • farina Manitoba: 100 grami
  • strutto: 80 grammi
  • sale fino: 10 grammi
  • acqua: 150 grammi
  • Per il ripieno
  • pisellini primavera surgelati: 400 grammi
  • cipolla: 2
  • sale (q.b.)
  • pepe (q.b.)
  • olio extra vergine d'oliva (q.b.)

Istruzioni

  1. Preparate la pasta mettendo le farine, il sale e lo strutto in una ciotola ed impastate aggiungendo l'acqua poco alla volta. Quando avrete ottenuto una massa più o meno omogenea trasferitela sul tavolo leggermente infarinato ed impastate energicamente a mano sinché la pasta sarà bella liscia. Formate una palla, avvolgetela con pellicola per alimenti e fatela riposare per almeno mezz'ora, in frigo durante l'estate e a temperatura ambiente in inverno.
  2. Affettate finemente le cipolle e fatele rosolare in poco olio, aggiungete i pisellini, salate e pepate poi aggiungete poca acqua e cuocete a fuoco basso sinchè saranno teneri. Fate raffreddare.
  3. Stendete la pasta e ricavate dei dischetti di circa 6 cm di diametro. Ponete al centro di un dischetto un po' di ripieno facendo atenzione a non sporcare i bordi della pasta, poi coprite con un altro dischetto e sigillate i bordi cercandi di arrotolarli creando un cordoncino.Man mano che preparate le panadine sistematele su una teglia ricoperta di carta da forno e copritele con un panno altrimenti si sechheranno.
  4. Spennellate con un uovo sbattuto e cuocete in forno preriscaldato a 180°C sinché la pasta sarà dorata. È molto importante stendere la pasta ad uno spessore sottile (circa 3 mm) altrimenti il ripieno si seccherà restando in frono troppo a lungo.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

No