Lunedì 1 Maggio sono andata a visitare un vecchio mulino ad acqua ancora in attività. Si tratta del mulino di Houghton, situato in una cittadina vicino a Cambridge. L’attuale edificio fu probabilmente costruito nel diciassettesimo secolo ma il primo mulino ad essere costruito nel punto in cui si trova quello attuale risale al 969. Oggi è un centro turistico attrezzato con un campeggio dove si può soggiornare con la propria roulotte. Il mulino produce ancora un’ottima farina integrale…potevo fare a meno di comprarla?? No, ovviamente 🙂

L’ho utilizzata per realizzare questi deliziosi panini alle noci e pinoli.

Panini integrali alle noci e pinoli

Tempo di preparazione:15 minuti
Tempo di cottura:12/15 minuti
Porzioni:20 panini

Ingredienti

  • farina integrale: 500 grammi
  • acqua: 300/350 grammi
  • Latte intero: 50 grammi
  • lievito di birra fresco: 18 grammi
  • malto o miele: 1 cucchiaino
  • burro: 50 grammi
  • sale fino: 2 cucchiaini
  • noci sgusciate tagliate grossolanamente: 150 grammi
  • pinoli sgusciati: 50 grammi
  • uova medie per spennellare: 1

Istruzioni

  1. Riunire nella ciotola dell'impastatrice, munita di gancio a spirale, la farina, il malto o miele, il sale ed iniziare ad impastare aggiungendo piano piano l'acqua. Versare poi il latte in cui avrete sciolto il lievito di birra. Quando l'impasto sarà ben incordato aggiungere il burro morbido a pezzetti e far assorbire.
  2. Trasferire l'impasto su un piano leggermente infarinato ed incorporare le noci e i pinoli. Mettere in una ciotola infarinata e far lievitare coperto sino al raddoppio.
  3. Formare circa 20 paninetti da 4 cm di diametro e posizionarli, a distanza di circa 5 cm l'uno dall'altro, su una teglia ricoperta di carta da forno. Coprire e far lievitare nuovamente sinché saranno belli gonfi (circa 40 minuti, dipende dal clima).
  4. Spennellare delicatamente i panini con l'uovo sbattuto e cuocere nel forno preriscaldato a 180°C per circa 12/15 minuti.

Note

I panini alle noci sono ottimi da consumare da soli, deliziosi se leggermente tostati e spalmati con del gorgonzola dolce o farciti con della mortadella. La quantità dell'acqua dipende dal tipo di farina integrale che si utilizza, di norma la farina integrale assorbe molta più acqua della farina raffinata; io questa volta ne ho utilizzato 350 grammi ma talvolta può essere necessario usarne addirittura 400, l'impasto deve essere molto morbido ma non appiccicoso.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

No