Che cos’è il mais? Caratteristiche e utilizzi di questo cereale gluten-free

Il mais si fa in tre. Non sono molti i prodotti che possono vantare l’appartenenza a ben tre gruppi alimentari. Eppure il mais può essere considerato grano, frutta o verdura.

Come MAIs ?

È chiaro un po’ a tutti che il granoturco sia un cereale, come tale lo associamo facilmente al grano. Ma perché rientra anche nella categoria della frutta? La risposta è facilmente intuibile se consideriamo che un frutto non è altro che il prodotto della crescita di un organismo vegetale. Un frutto è ciò che cresce da un seme o dal fiore di una pianta, quindi sì, il granoturco rientra in questa categoria.

Il mais inoltre è considerato, insieme alle patate e alla zucca per esempio, una verdura amidacea, ben diversa dalle verdure a foglia, ma pur sempre una verdura. Può così rientrare di diritto in tutti e tre i gruppi alimentari sopracitati.

Perchè MAIs ?

Ma perchè chiamiamo ‘mais’ il granoturco? L’ipotesi che trova più fondamento è quella che derivi da ‘mahiz’, termine con il quale gli indigeni Arahuaco indicavano la loro fonte principale di sostentamento. Quando Cristoforo Colombo sbarcò sull’isola che ribattezzò come “Hispaniola”, i nativi americani chiamavano proprio così questo alimento. Ed è lo stesso navigatore ed esploratore genovese a raccontarci di questo cereale sconosciuto fino ad allora. In uno dei suoi diari scriverà “ha una buon sapore e tutta la gente vive di esso”.

pannocchia di mais

Il mais d’America

La coltivazione di questo cereale è antichissima, i primi reperti archeologici risalgono a più di 5000 anni fa e recentemente è stato stabilito che la coltivazione del mais è nata nella valle del Tehuacàn, nella regione messicana dell’ Oaxaca.

Eccessivo MAIs!

Dopo la scoperta dell’America, il mais si diffonde in tutto il mondo. Ma per ben tre secoli, fino al 1800, il consumo di questo cereale è spropositato. Nelle campagne italiane la pellagra colpisce i contadini in maniera massiccia, la dieta basata esclusivamente su questo alimento è la causa principale del dilagare di questa malattia endemica.

Si sa che una dieta basata su un solo alimento e gli eccessi possono avere conseguenze negative sul nostro corpo, ma inserire il mais all’interno di una dieta corretta e bilanciata può essere una scelta gustosa e sana.

Le ricette

Torta con farina di mais e mele - header close up

Il mais è probabilmente tra i cereali più comuni sulla nostra tavola, sicuramente il più utilizzato nella cucina per celiaci, essendo naturalmente completamente privo di glutine. Le ricette e gli usi sono infiniti. I prodotti che derivano da questa pianta così speciale, sono straordinari, per semplicità, ricchezza, e varietà.

È molto semplice associare il mais alla polenta, in effetti è il piatto in cui questo cereale dà il meglio di sé. La semplicità e la cura che richiede nella preparazione, è quasi un rito e un atto d’amore per i vostri commensali. È considerato un piatto povero, ma può accompagnare qualsiasi altra pietanza, e non vi deluderà mai.

Ma forse, ancor più comune nell’immaginario collettivo, è la classica pannocchia che arrostisce sul barbecue in un caldo pomeriggio d’ Estate. Condita solo con del burro e magari del prezzemolo, e mangiata con le mani stile roditore. Un classico.

Pensavate ai pop-corn vero?! Il mais nella sua rappresentazione più illustre, più scoppiettante. Il chicco d’orato che si trasforma in una nuvola bianca, il loro profumo. Il mais nella sua versione Pop!

Che dire invece delle tortillas? Prodotto tipico della cucina messicana, come i nachos (anch’essi fatti col mais), ma ormai diffuso in ogni parte del mondo. Simile alla nostra piadina, pronta ad abbracciare qualsiasi cosa abbiate in mente, dalla carne al pesce, dalle verdure ai legumi.

E poi la pasta, fiore all’occhiello della cucina italiana. Armatevi di mattarello. Ebbene sì, potete usare tranquillamente la farina di mais per stendere la vostra pasta fresca. Che sia all’uovo o con acqua, il risultato sarà comunque gustosissimo. La sfoglia avrà la ruvidezza giusta e pronta ad accogliere il vostro sugo preferito. Per gli amanti della semplicità burro e salvia esalterà il sapore di questa farina dal colore giallo.

Torte salate, dolci (come la torta di mais e mele della ricetta sopra), biscotti, il mais è il cereale più versatile in cucina. L’alto contenuto di carboidrati non deve preoccuparci più di tanto, il mais è molto ricco di fibre e può essere un alimento molto piacevole a livello emotivo e di gusto. Un consumo consapevole e corretto, associato ad una dieta sana e bilanciata… Lo so che vi aspettate che vi dica “associata ad una buona attività fisica e bla bla bla”. Dentro di voi penserete “In palestra non ci andrò MAI!”, io vi rispondo MAIs dire MAIs !